News

Farmaco generico, che cosa vuol dire?

Farmaco generico, che cosa vuol dire?

13 Agosto 2017

Da qualche tempo, ormai si sente parlare molto spesso di farmaco generico, ma che cos'è? Con il termine farmaco generico o detto anche più semplicemente equivalente, si indica un medicinale che non è più protetto da brevetto o da certificato. La differenza è che il farmaco generico viene venduto con una confezione dove è indicato il nome del principio attivo, seguito dal nome dell'azienda che fornisce e produce il medicinale.

I farmaci generici hanno la stessa composizione dei farmaci "di marca" sia per quanto riguarda il contenuto del principio attivo, ma anche per la quantità e le indicazioni terapeutiche, perché sono identiche. Dobbiamo aggiungere che anche il formato farmaceutico non cambia, perché lo si può trovare disponibile in compresse, bustine e altro.

Il farmaco generico o equivalente può essere prodotto e venduto, da un'industria diversa da quello che lo ha scoperto e logicamente il prezzo è più basso rispetto a quello di marca, perché queste "piccole" case farmaceutiche non hanno spese da sostenere per quanto riguarda le ricerche e lo sviluppo.

Se avete dubbi o qualsiasi tipo di incertezza, nella nostra struttura farmaceutica, saremo lieti di togliervi ogni perplessità a riguardo.

La tiroide, una ghiandola molto importante

La tiroide, una ghiandola molto importante

12 Agosto 2017

La tiroide è una ghiandola dalle dimensioni molto piccole, si trova alla base del collo e per il nostro organismo, la sua corretta funzione è molto importante. Questa ghiandola, infatti produce ormoni tiroidei, che sono indispensabili, fin dai primi minuti di vita di ogni essere umano e per il feto sono necessari, perché gli permettono di sviluppare perfettamente il corpo e il sistema nervoso centrale. Dovete sapere, che se gli ormoni tiroidei sono carenti, quando il bambino è ancora nell'utero della mamma, alla nascita possono presentarsi delle disabilità intellettive.

Nell'età adulta, il perfetto funzionamento della tiroide sostiene il bilancio energetico e mantiene sane tutte le funzioni vitali dell'organismo. Quando gli ormoni tiroidei, nel sangue si abbassano o si alzano notevolmente, questo indica che la tiroide non funziona bene. Le patologie legate ai problemi di tiroide sono l'ipotiroidismo, che indica la carenza di ormoni tiroidei e l'ipertiroidismo, che significa un aumento degli ormoni tiroidei. In entrambe le situazioni, la comparsa di questo disturbo trova un'associazione con la genetica, oppure per uno sviluppo errato della tiroide. Nell'ipotiroidismo i sintomi, che generalmente si riscontrano sono il senso di stanchezza fisica, l'affaticamento, l'aumento del peso, la mancanza di concentrazione e la stipsi. Al contrario, nell'ipertiroidismo i battiti cardiaci sono più veloci, aumenta il senso di nervosismo, la sudorazione diventa eccessiva e si perde il peso corporeo con molta facilità.

Per maggiori informazioni e chiarezza, non esitate a chiederci un parere e vi indirizzeremo verso la soluzione migliore al vostro caso.

Come prevenire e curare la dermatite da pannolino

Come prevenire e curare la dermatite da pannolino

11 Agosto 2017

Nei neonati, il pannolino molto frequentemente può causare degli arrossamenti, che interessano il sederino e i genitali. Questa irritazione prende il nome di dermatite da pannolino e rappresenta una reazione allergica della pelle, che accompagna i primi anni di vita del piccolo bambino. Questo fastidioso arrossamento è causato dall'urina, che rimanendo nel pannolino e a contatto con queste parti del corpo molto delicate, tra il bagnato, il caldo e l'umido, provoca un soffocamento dell'epidermide e ne causa la sua formazione.

Per prevenire e curare questo problema, bisogna detergere con cura e regolarità la parte utilizzando acqua tiepida, sapone neutro e applicare dopo ogni lavaggio, una crema delicata che svolga un'azione emolliente, idrante, ma anche protettiva. E' importante che la crema che scegliete di applicare, non contenga nichel e additivi, perché potrebbero provocare delle reazioni allergiche. Il prodotto in crema deve essere ricco di elementi e sostanze "grasse", tra cui il pantenolo e le vitamine, che permettono e facilitano il rinnovamento dell'epidermide.

Nella nostra struttura farmaceutica, potete rivolgere al nostro personale ogni vostra domanda di dubbio a riguardo ed avere risposte mirate per tenere sotto controllo questo problema e in più, troverete i prodotti più indicati, per mantenere il vostro bambino in perfetta salute.

Emicrania con aura, una particolare forma di cefalea

Emicrania con aura, una particolare forma di cefalea

10 Agosto 2017

L'emicrania con aura è una particolare forma di cefalea e, oltre al dolore intenso, si riscontrano anche fastidiosi sintomi visivi. Le cause, che provocano questo tipo di emicrania, ancora non sono ben definite, ma sembrerebbe esserci un forte legame con la genetica, lo stress e gli intensi sforzi fisici.

L'emicrania con aura provoca disturbi visivi simili ad allucinazioni, come lampi di luce, immagini brillanti, ombre e offuscamenti, mentre a contatto con la realtà, le immagini possono apparire distorte e spesso, si avverte una forte difficoltà nel mettere a fuoco quello che si ha davanti. Inoltre, tutti questi disturbi elencati possono essere accompagnati, dalla sensazione di essere punti da un ago, un formicolio che interesse la bocca, la lingua e le dita e problemi nel parlare correttamente. Il dolore, nella maggior parte dei casi è intenso e insopportabile e può dare origine anche ad attacchi di vertigini.

Il consiglio, in caso si presenti questa patologia è di non abusare con gli analgesici, ma bensì, rivolgersi ai nostri farmacisti, per un aiuto maggiore o parlarne con il proprio medico di fiducia, che se lo riterrà opportuno, vi indirizzerà da un neurologo, in modo da avere un quadro della situazione più completo e chiaro.

Il significato di prendere un farmaco lontano dai pasti

Il significato di prendere un farmaco lontano dai pasti

09 Agosto 2017

Quando capita di dover assumere un farmaco, spesso le persone vanno in ansia e in totale confusione, perché alcuni di questi prodotti devono essere presi, rigorosamente a stomaco vuoto o semplicemente a digiuno. Ma esattamente che cosa significa, assumere un farmaco lontano dai pasti o, in altre parole a digiuno? Questo vuol dire, che prima di prendere il medicinale devono trascorrete, almeno due ore dall'ultimo pasto che si è consumato, oppure dopo l'assunzione del farmaco, bisogna attendere almeno, un'ora prima di iniziare a mangiare.

I farmaci, che richiedono questa piccola e particolare attenzione nell'assunzione, fanno parte di una categoria specifica e in questo modo, possono essere assorbiti correttamente dall'organismo e svolgere la loro funzione in modo giusto. Dovete sapere, che la presenza del cibo nello stomaco, non permette al farmaco di essere assorbito, perché rimane per troppo tempo intrappolato, in una "situazione" di acidità e di conseguenza, il medicinale può subire dei danni e non riuscire a portare a termine il suo compito. Inoltre, in alcuni alimenti sono presenti delle sostanze, che riducono le qualità del farmaco e quindi è consigliabile e importante, consumare questi medicinali a stomaco vuoto.

Per una maggiore chiarezza, esponeteci le vostre domande e i vostri dubbi o chiedete al medico di fiducia.

Se la vista si abbassa la sera, da cosa può dipendere?

Se la vista si abbassa la sera, da cosa può dipendere?

08 Agosto 2017

Quando la vista si abbassa la sera, questo disturbo può essere provocato da diversi fattori. Prima di tutto dobbiamo evidenziare, che le persone affette dalla miopia con il calare del sole e negli ambienti poco illuminati non vedono bene. Sulla qualità della vista, può incidere la forte carenza di vitamine, ma anche la stanchezza e l'affaticamento sono responsabili di un abbassamento momentaneo della vista la sera. In casi più gravi, la riduzione della vista in questo momento specifico della giornata, può derivare da una malattia dell'occhio che prende il nome di retinopatia pigmentaria e impedisce una vista chiara e limpida, ma in questo specifico caso è indispensabile sottoporsi ad una visita oculistica.

Per mantenere gli occhi in salute è importante assumere la giusta quantità di acqua e non far mai mancare la vitamina A, la E, la C e le vitamine appartenenti al gruppo B. La vitamina A è fondamentale, per il benessere della degli occhi e per migliorare la salute della vista, inoltre, un grande aiuto lo si può trovare negli integratori a base di mirtillo, perché grazie al loro elevato contenuto di antocianine, favoriscono l'adattamento della vista al buio e, influiscono a vedere meglio nelle ore serali.

Se questo problema, purtroppo accompagna le vostre serate, nella nostra farmacia e parlandone con il vostro medico di fiducia, troverete una valida soluzione.

Come avere una pelle del viso, senza imperfezioni

Come avere una pelle del viso, senza imperfezioni

07 Agosto 2017

Il viso e la sua pelle sono il primo biglietto da visita, che parla di ogni persona. Quando la pelle in questa zona, appare tonica, distesa, curata e luminosa, sicuramente il risultato sarà, sentirsi bene con se stessi, ma anche con gli altri. Per avere una pelle in salute è molto importante seguire, uno stile di vita sano, praticare un pò di attività fisica, curare l'alimentazione ed evitare di fumare, ma per migliorarla e capire se ci sono dei problemi, esistono strumenti specializzati, in grado di conoscere lo stato di salute dell'epidermide. Questi accertamenti possono essere valutati, in molte farmacie dove sono presenti appositi macchinari per l'analisi cutanea, dove il farmacista vi indicherà i cosmetici, più adatti alle vostre esigenze, oppure potrà consigliarvi un centro medico, nel caso riscontri questa necessità.

E' importante bere regolarmente, perché questa accortezza mantiene la pelle elastica e tonica e idratata. E' fondamentale svolgere un pò di attività aerobica, perché migliora la circolazione cutanea e favorisce il rinnovamento del tessuto connettivo. Il consumo di frutta è indispensabile, ma fuori dai pasti principali, perché il ricco contenuto di vitamine e sali minerali, incidono sul mantenimento delle stato di salute della pelle. La fotoprotezione sono una serie di prodotti specifici, che non devono mai mancare,soprattutto durante la stagione calda, perché grazie ai filtri solari, si previene l'invecchiamento cutaneo dell'epidermide e altri danni.

Non esitate a parlarne e chiederci un parere: troverete sicuramente un consiglio e una risposta valida, alle vostre esigenze.

Che cosa bisogna fare se un bambino ingoia un farmaco?

Che cosa bisogna fare se un bambino ingoia un farmaco?

06 Agosto 2017

I bambini, quando sono piccoli sono molto curiosi, non si fermano un attimo, non sono mai stanchi e le loro mani sembra arrivino dappertutto. La loro curiosità, li spinge a toccare di tutto, nulla li spaventa e per questo, può capitare che possano ingerire, in modo accidentale un farmaco.

In molti sono convinti, che in presenza di questa situazione sia giusto far bere al bambino il latte o altri tipi di bevande. Prestate attenzione, perché quest'azione è totalmente sbagliata. Mai somministrare alla piccola creatura il latte o altri tipi di bevande, perché potrebbe aumentare gli effetti dannosi del farmaco o di qualunque altra sostanza tossica ingerita, favorendo l'assorbimento del "veleno" da parte dell'intestino.

Come comportarsi in questa spiacevole situazione? La cosa più giusta da fare è contattare telefonicamente il Centro Antiveleni più vicino, spiegare esattamente che cosa il bambino abbia ingerito, specificando in quale formato fosse il medicinale (capsule, compresse, sciroppo o altri tipi di sostanze), la quantità e quanto tempo sia trascorso dall'incidente. I medici del Centro Antiveleni, vi indicheranno come comportarvi.

Se avete bambini piccoli e avete bisogno di chiarimenti e consigli, non esitate a visitare la nostra struttura farmaceutica, troverete un personale pronto a rispondere alle vostre domande.

Cosa fare in caso di nausea?

Cosa fare in caso di nausea?

05 Agosto 2017

La nausea è un malessere, molto frequente e la sua origine, il più delle volte può essere determinata da cause diverse. E' un disturbo, che generalmente compare dopo grandi abbuffate alimentari, dopo il consumo eccessivo di bevande alcoliche e dopo lunghi o brevi viaggi in macchina, in treno, in aereo o in nave. La sua comparsa è giustificata, nelle donne nei primi tre mesi di gravidanza e può presentarsi, in modo spontaneo anche dopo un'influenza o dopo e durante un forte e intenso mal i testa.

Quando il il senso di malessere è lieve, sulla nausea si può intervenire utilizzando farmaci antiacidi, che aiutano a contrastare l'acidità gastrica e agiscono attenuando il fastidio, oppure si possono assumere i procinetici, che sono farmaci che migliorano la funzione digestiva. In alternativa, se la nausea è provocata dai viaggi, è indicato assumere farmaci anti-cinetosi o antistamici, che permettono di calmare il problema notevolmente.

Il nostro consiglio rimane sempre lo stesso, per un supporto maggiore e migliore, ma soprattutto mirato a risolvere il problema, non dovete assolutamente esitare a chiederci un parere e un consiglio, perché sicuramente vi garantiremo una soluzione adeguata ed efficace.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.